Documenti da Presentare - Tour Operator Vacanze Studio

Ente di Formazione accreditato dal
Seguici su
Vai ai contenuti

Menu principale:

Documenti da presentare

per inoltrare la tua domanda

Abbiamo estratto le parti più significative del Bando “Estate INPSieme 2017” riguardanti i documenti da presentare, per rendere più immediati i contenuti principali.

La domanda di iscrizione in banca dati, la richiesta del PIN dispositivo dell’utente richiedente e del Pin del soggetto fornitore.

1. Prima di procedere alla compilazione della domanda, occorre essere iscritti in banca dati, ossia essere riconosciuti dall’Istituto come “richiedenti” della prestazione. I richiedenti della prestazione che non risultino iscritti nella predetta banca dati dovranno, quindi, preventivamente presentare richiesta d’iscrizione alla stessa.

2. La domanda di iscrizione in banca dati, compilabile tramite il modulo “Iscrizione in banca dati” prelevabile dalla sezione “Modulistica”, all’interno del sito www.inps.it, deve essere presentata dal richiedente alla Sede Provinciale INPS competente per territorio, attraverso canali di seguito elencati:
- recandosi direttamente presso la sede provinciale competente per territorio;
- inviando, a mezzo posta elettronica certificata, all’indirizzo pec della sede provinciale competente per territorio, copia digitalizzata del modulo “iscrizione in banca dati”, debitamente compilato;
- inviando, a mezzo posta elettronica, all’indirizzo mail della sede provinciale competente del territorio, copia digitalizzata del modulo “iscrizione in banca dati”, debitamente compilato, e copia del documento di identità in corso di validità;
- inviando, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, il modulo “iscrizione in banca dati”, debitamente compilato, allegando copia del documento di identità in corso di validità.

3. Indirizzi, numeri di fax, caselle di posta elettronica cui inviare i predetti moduli sono reperibili sul sito www.inps.it nella sezione “Le Sedi INPS”.

4. Per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso è necessario da parte del soggetto richiedente il possesso di un “PIN” dispositivo, utilizzabile per l’accesso a tutti i servizi in linea messi a disposizione dall’Istituto.

5. Il soggetto, individuato dal richiedente come fornitore del servizio di cui all’art.2, comma 1, per gli adempimenti di cui all’art. 8, commi 2 e 5, dovrà munirsi di Pin dispositivo.

6. Il PIN è un codice univoco identificativo personale che rileva l’identità del richiedente.
Il Pin dispositivo si può richiedere:
a) on line, accedendo al sito istituzionale www.inps.it, nella sezione “Come fare per”, alla voce “Ottenere e gestire il PIN”, di seguito, nel menù a sinistra, “Richiedere e attivare il PIN” - “Richiedi il tuo PIN”;
b) tramite il contact center;
c) presso gli sportelli delle Sedi INPS.
Per ottenere il PIN, tramite la procedura on line e tramite il contact center, occorrono alcuni giorni. Pertanto, chi ne fosse sprovvisto deve provvedere tempestivamente. L’Istituto non sarà reperibile per il mancato invio della domanda da parte di utenti che non hanno ottenuto il PIN in tempo utile.

7. Una volta ottenuto il PIN dispositivo, è possibile accedere ai servizi dal sito internet istituzionale www.inps.it - Servizi on line - Servizi per il cittadino.

8. Per tutte le informazioni relative al PIN, è possibile selezionare la voce di menù “PIN on line”, nella sezione “Servizi on line” presente sul portale del sito istituzionale www.inps.it.
9. Il fornitore del servizio per gli adempimenti di cui all’art. 8, commi 2 e 5, e per la visualizzazione delle pratiche di competenza dovrà chiedere alla Direzione Regionale INPS dove insiste una propria sede operativa sul territorio nazionale l’abilitazione alla procedura utilizzato l’apposito modulo, pubblicato nella sezione del sito Inps dedicata al concorso.

Attestazione ISEE

1. Il richiedente la prestazione, all’atto della presentazione della domanda, deve aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE ordinaria o ISEE minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi, qualora ne ricorrano le condizioni ai sensi delle vigenti disposizioni. L’attestazione ISEE è rilasciata dall’INPS o dagli Enti Convenzionati (Caf, Comuni, etc. ) previa presentazione della predetta Dichiarazione Sostitutiva Unica da parte del richiedente.

2. L’attestazione ISEE riferita al nucleo familiare in cui compare il beneficiario è obbligatoria per determinare la posizione nella graduatoria di cui all’art. 7 e l’importo della contributo erogabile, come descritto all’art. 10, comma 1.

3. Tutte le attestazioni ISEE elaborate nell’anno 2016 sono scadute il 15/1/2017. L’utente deve, quindi, richiedere la certificazione ISEE 2017. Nel caso sia già stata emessa un’attestazione ISEE 2017, riferita al nucleo familiare in cui compare il beneficiario, non sarà necessario richiedere una nuova attestazione. Il valore dell’attestazione ISEE è acquisito automaticamente dall’INPS.

4. Qualora, in sede di istruttoria della domanda, il sistema non rilevi la presentazione di una valida dichiarazione sostitutiva unica alla data di inoltro della domanda, la stessa sarà respinta.

5. L’Istituto non si assume alcuna responsabilità, nel caso di mancata trasmissione telematica dell’attestazione ISEE da parte degli Enti convenzionati o di erronea trascrizione del codice fiscale del beneficiario o dei componenti del nucleo familiare all’interno della medesima attestazione.

6. L’acquisizione della certificazione ISEE potrà essere verificata all’interno della procedura, nell’area riservata dei Servizi on line, attraverso la funzione “Segui iter domanda”, dove comparirà la dicitura “ISEE certificato”. Si ricorda che dal giorno della sua elaborazione alla data della sua certificazione, potranno trascorrere anche due settimane.

La domanda di partecipazione al concorso – Termini e modalità di invio telematico

1. La domanda deve essere presentata dal soggetto richiedente la prestazione, come individuato dall’art. 1, comma 6, esclusivamente per via telematica, accedendo dalla home page del sito internet istituzionale www.inps.it nell’area Servizi on line di seguito, dal menù a sinistra, Servizi per il cittadino o Servizi ex Inpdap. Accedendo all’area riservata al richiedente, tramite codice fiscale e PIN dispositivo, è possibile effettuare le successive scelte: per aree tematiche - attività sociali o, in alternativa, per ordine alfabetico, o, in alternativa, per tipologia di servizio - domande - Estate INPSieme - domanda. Selezionando la voce “Inserisci domanda” sarà visualizzato il modulo da compilare, in cui compaiono già i dati identificativi del soggetto richiedente. Dovranno necessariamente essere inseriti recapiti telefonici mobili e di posta elettronica (email) al fine di consentire e agevolare le comunicazioni da parte dell’Istituto.

2. In caso sia presente più di un partecipante all’interno dello stesso nucleo familiare è necessario che il richiedente presenti una domanda per ciascuno di essi.

3. Ai fini della formazione delle graduatorie di cui all’art. 7, nella domanda dovranno essere indicati, a pena d’esclusione:
a) la durata del soggiorno prescelto tra quindici giorni/quattordici notti o quattro settimane. Al riguardo, potranno essere indicate anche entrambe le tipologie di soggiorno esprimendo un ordine di preferenza tra le stesse;
b) la condizione di disabilità dello studente, ex art. 3, commi 1 e 3, della legge 104/92, o di invalidità civile al 100% o il possesso di certificazione attestante bisogni educativi speciali (BES) o disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) rilasciata dalla ASL competente;
c) l’aver conseguito la promozione senza recupero di debiti formativi nell’anno scolastico 2015/2016, ovvero il numero di debiti formativi conseguiti nell’anno scolastico 2015/2016, ovvero il non aver conseguito la promozione nell’anno scolastico 2015/2016;
d) di tutti i voti conseguiti a Giugno nell’anno scolastico 2015/2016, ad esclusione della sola materia “religione, compreso il voto in condotta, salvo il caso di studente che abbia frequentato nell’anno scolastico 2015/2016 la III media, ovvero salvo dichiarazione di mancata valutazione. Dovranno, inoltre, essere compilati tutti i campi identificativi del relativo ciclo di studi frequentato nell’anno scolastico 2015/2016 e quelli identificativi dell’Istituto scolastico.

4. Per il giovane disabile, come definito ai sensi dell’art. 3, comma 1, della legge 104/92 sarà possibile optare per:
a) la partecipazione al soggiorno di un parente entro il III grado, con costi a carico dell’Istituto quantificati nel limite del valore del contributo riconosciuto al beneficiario;
b) il servizio di assistenza fornito dalla società organizzatrice del soggiorno, per un solo accompagnatore, con costi a carico dell’Istituto nei limiti della spesa fatturata e comunque entro un valore massimo pari a 1,5 volte il contributo riconosciuto al beneficiario.

5. Per il giovane disabile, come definito ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge 104/92 e per il giovane con validità civile al 100%, senza diritto all’indennità di accompagnamento, sarà possibile optare per:
a) la partecipazione al soggiorno fino a due parenti entro il III grado, con costi a carico dell’Istituto quantificati nel limite del valore del contributo riconosciuto al beneficiario moltiplicato per il numero degli accompagnatori;
b) il servizio di assistenza fornito dalla società organizzatrice del soggiorno, per massimo due accompagnatori, con costi a carico dell’Istituto nei limiti della spesa fatturata e comunque entro un valore massimo pari a 1,5 volte il contributo riconosciuto al beneficiario per ciascun accompagnatore.

6. Per il giovane con invalidità civile al 100%, con diritto all’indennità di accompagnamento, sarà possibile optare per:
a) la partecipazione al soggiorno fino a tre parenti entro il III grado, con costi a carico dell’Istituto quantificati nel limite del valore del contributo riconosciuto al beneficiario moltiplicato per ciascun assistente;
b) il servizio di assistenza fornito dalla società organizzatrice del soggiorno per massimo tre accompagnatori, con costi a carico dell’Istituto nei limiti della spesa fatturata e comunque entro un valore massimo pari a 1,5 volte il contributo riconosciuto al beneficiario per ciascun accompagnatore.

7. Richieste di assistenza, ai sensi dei commi 4, 5 e 6, presentate al di fuori della domanda di partecipazione non saranno prese in considerazione.

8. Il richiedente visualizzerà in Are riservata il numero dei familiari ammessi ovvero della somma massima riconosciuta per il servizio di assistenza.

9. Dopo l’invio telematico della domanda, l’Istituto trasmetterà una ricevuta di conferma, all’indirizzo email indicato nell’istanza medesima. La domanda inviata è immediatamente visualizzabile attraverso la funzione “Visualizza domande inserite”, all’interno dell’area riservata. Una volta inviata la domanda, è opportuno effettuare la predetta visualizzazione per verificare l’esattezza dei dati inseriti e l’avvenuta trasmissione della domanda medesima.

10. La domanda inviata e con numero di protocollo assegnato non è modificabile; pertanto, per correggere ogni eventuale errore, sarà necessario inviare una nuova domanda. L’Istituto istruirà soltanto l’ultima domanda valida ricevuta entro il termine di scadenza di presentazione previsto dal presente bando.

11. In caso di particolari difficoltà nell’utilizzo della procedura telematica per l’invio della domanda, non superabili attraverso gli ordinari strumenti di supporto messi a disposizione dall’Istituto (guida alla compilazione della domanda, assistenza telefonica tramite Contact Center, etc.) e non riconducibili a problematiche relative al PIN o alla regolare iscrizione in banca dati, il richiedente puó presentare la domanda attraverso il servizio Contact Center al numero 803164 gratuito da telefono fisso e 06 164 164 a pagamento da rete mobile, al costo della tariffa del proprio operatore.

12. La domanda deve essere trasmessa dal richiedente la prestazione, come individuato ai sensi dell’art. 1, comma 6 del presente bando, a decorrere dalle ore 12,00 del giorno 16 febbraio 2017 e non oltre le ore 12,00 del giorno 16 marzo 2017.

Adempimenti a cura del richiedente e del fornitore del servizio successivi alla pubblicazione delle graduatorie degli ammessi con riserva

1. Entro il 27 Aprile 2017 il richiedente la prestazione in favore dello studente ammesso con riserva al beneficio, ai sensi delle graduatorie di cui all’art. 7, dovrà accedere in procedura e effettuare i seguenti adempimenti:

a) caricare in procedura il contratto siglato con il soggetto fornitore. Al fine di consentire all’Istituto di verificare che il contributo sia effettivamente utilizzato per il pagamento di un soggiorno avente la finalità di cui al presente bando, il contratto stipulato col soggetto fornitore dovrà obbligatoriamente contenere i seguenti elementi informativi:

  • individuazione delle parti contraenti (richiedente e fornitore) e del beneficiario della prestazione;
  • la durata complessiva del soggiorno oggetto dell’accordo/contratto, riferita a quelle indicate nel presente bando di concorso;
  • la denominazione, la località, i recapiti telefonici ed email della struttura di destinazione;
  • eventuale presenza di accompagnatori o eventuale servizio di assistenza e relativi costi;
  • l’individuazione delle componenti che costituiscono il pacchetto complessivo offerto dal fornitore, che devono obbligatoriamente ricomprendere almeno le seguenti voci:

- alloggio presso college o residenze scolastiche o in famiglia;
- viaggio internazionale di andata e ritorno e di trasferimento dall’aeroporto di arrivo al luogo di destinazione, comprese le tasse aeroportuali;
- vitto durante tutto il soggiorno, comprese le festività;
- corso di lingua straniera per tutta la durata del soggiorno;
- coperture assicurative.

  • Il costo complessivo del soggiorno a carico dell’avente diritto, comprensivo delle voci anzidette.

b) Compilare la dichiarazione on line che attesta che il contratto sottoscritto dal richiedente e dal soggetto fornitore contiene gli elementi informativi di cui alla precedente lettera a).

c) Compilare l’atto di delegazione di pagamento on line con il quale il richiedente la prestazione delega l’Inps ad eseguire il pagamento della somma, per l’importo corrispondente al contributo spettante all’avente diritto ai sensi dell’art. 10, in favore del soggetto fornitore ed organizzatore del servizio. Il richiedente dovrà prestare particolare cura nel compilare il campo relativo al codice fiscale della società fornitrice del soggiorno per consentire alla stessa gli adempimenti di cui ai commi successivi.

d) Rendere in procedura formale dichiarazione di impegno alla restituzione delle somme erogate dall’Inps al soggetto fornitore ed organizzatore del servizio, nei casi previsti dal successivo articolo 12 del presente bando.

e) Caricare in procedura copia della relativa fattura intestata al richiedente la prestazione, per l’importo corrispondente al 50% del contributo riconosciuto ovvero, qualora il costo del soggiorno sia inferiore al contributo, almeno pari al 50% del costo del soggiorno. Il richiedente ha facoltà di produrre, in questa fase, la fattura relativa al 100% del contributo riconosciuto ovvero, qualora il costo del soggiorno sia inferiore al contributo, almeno pari al 100% del costo del soggiorno. Qualora il soggetto organizzatore non sia tenuto secondo la legge ad emettere fattura, dovrà essere prodotto un documento equipollente che certifichi la vendita o la prestazione del servizio in favore del richiedente.

2. Entro tre giorni dalla compilazione on line, a cura del richiedente, della dichiarazione di cui al comma 1, lettera b), e dell’atto di delega di cui alla comma 1, lettera c), il soggetto fornitore del servizio, con proprio PIN, dovrà accedere alla procedura on line e procedere all’accettazione della predetta delega di pagamento e alla conferma della predetta dichiarazione. Tale accettazione dovrà comunque essere resa entro e non oltre il 2 Maggio 2017.

3. Nel solo caso in cui, la società fornitrice del servizio non abbia alcuna sede operativa in Italia e sia nell’impossibilità di acquisire il PIN, di cui all’art. 4, il richiedente la prestazione potrà allegare in procedura l’atto di delegazione in formato cartaceo, secondo il modello pubblicato nella sezione dedicata al concorso.

4. In caso di mancato rispetto degli adempimenti e dei termini di cui ai commi precedenti del presente articolo, il beneficiario ammesso con riserva verrà escluso definitivamente dal concorso.

5. Al fine di consentire all’Istituto di poter procedere con il pagamento delle spettanze dovute, il soggetto fornitore dovrà altresì caricare in procedura i seguenti documenti entro e non oltre il 30 maggio 2017:

• dichiarazione sostitutiva, a firma del legale rappresentante del soggetto fornitore ed organizzatore del servizio, conforme al modello in allegato al presente bando, e copia del documento di identità in corso di validità del soggetto dichiarante;
• dichiarazione di tracciabilità dei flussi conforme il modello in allegato al presente bando, e copia del documento di identità in corso di validità del soggetto dichiarante e di tutti i soggetti autorizzati alla gestione del conto dedicato;
• eventuale dichiarazione di assenza di personale alle proprie dipendenze e copia del documento di identità in corso di validità del soggetto dichiarante.

6. Nei soli casi di cui al comma 3, la società potrà trasmettere la documentazione di cui al comma 5, all’indirizzo dccreditoewelfare@inps.it

Successivamente alla conclusione del soggiorno, entro il 5 settembre 2017, il richiedente dovrà
caricare in procedura:
a) l’attestato di avvenuta partecipazione al corso di lingue prodotto dalla scuola frequentata sita nello Stato di svolgimento del soggiorno;
b) copia della fattura o di documento equipollente intestata al richiedente la prestazione, per l’importo corrispondente, qualora non sia stata prodotta, nella fase di cui all’art. 8, comma 1, fattura o documento equipollente pari al 100% del valore del contributo o del costo inferiore del soggiorno.
ROMA
via Piemonte, 32 - 00187
tel: +39 06 94 52 30 42
fax: +39 06 94 52 30 50

SALERNO
via Alberto Pirro, 12 - 84122
tel: +39 089 23 21 33
fax: +39 089 09 71 337
ORARI DI UFFICIO
Lunedì-Venerdì: 09:00-13:00 / 14:30-18:30


Autorizzazione Regionale n. 4494
Partita IVA: 04345710653

Ente di Formazione accreditato dal
Seguici su
ROMA
Via Piemonte, 32 - 00187
Telefono: +39 06 94 52 30 42
Fax: +39 06 94 52 30 50

SALERNO
Via Alberto Pirro, 12 - 84122
Telefono: +39 089 23 21 33
Fax: +39 089 09 71 337
ORARI DI UFFICIO
Lunedì-Venerdì: 09:00-13:00 / 14:30-18:30


Autorizzazione Regionale n. 4494
Partita IVA: 04345710653

Torna ai contenuti | Torna al menu